Sei in: Home » Tradizioni » Piatti tipici » I formaggi
Tradizioni

I formaggi

I formaggi

La cucina greca è una cucina ricca e appetitosa, che si basa sui prodotti della terra. Spesso le ricette sono semplici e poco elaborate, anche se tendono a mescolare sapori e profumi differenti, gli ingredienti sono sempre freschi e c’è un sapiente equilibrio di erbette e condimenti.

Uno degli alimenti immancabili sulle tavole in Grecia è il formaggio. I greci consumano questo alimento in molti modi: è utilizzato nelle insalate, nelle torte salate, sbriciolato nelle omelette o addirittura come ripieno per il pesce.
I principali tipi di formaggio sono:

Feta: il più conosciuto formaggio greco nonchè quello più antico. È un formaggio tenero che si fa con il latte di pecora (80%), latte di capra (20%) e caglio. Si ottiene quindi un impasto bianco in forme tonde o quadrate che viene messo in salamoia barili di legno o di latta . Esiste con sapore piccante e acido, ed è tenero o leggermente duro.

Telemes:
è una variazione della feta perché infatti viene usualmente fatto con il latte di mucca. Ha una forma rettangolare ed il suo colore è generalmente bianco sporco, quasi giallino. È un formaggio molto saporito.

Manuri: è un formaggio tenero fatto con il latte di pecora che non viene “ripulito” ma contiene tutto il suo burro. Gli intenditori di formaggi lo ritengono un formaggio di qualità superiore perché ha una consistenza e il suo gusto deciso. Nella tradizione culinaria greca viene di solito usato nelle torte dolci perché è cremose e a pasta molle.

Anthoniro: è un formaggio morbido, bianco e ricco di grassi naturali. Può essere fresco o secco, il primo da mangiare spalmato o al cucchiaio mentre il secondo può essere anche grattugiato in quanto abbastanza duro.

Kopanisti: è un formaggio tenero che ha un caratteristico sapore pepato. Si spalma facilmente, abbastanza saporito e piccante che viene servito come antipasto accompagnato con ouzo (liquore tipico greco) o del vino bianco secco. Il Kopanisti si prepara con il latte di pecora tutto grasso che durante la sua coagulazione viene salato e impastato con pepe rosso tritato fine.

Casseri:
formaggio fatto con latte di pecora, ha un colore bianco-giallo e un sapore leggermente piccante. È un formaggio semiduro che viene prodotto in grandi forme che pesano dai 7 ai 10 kilogrammi.

Kefalotiri: formaggio duroche viene fatto con la stessa quantità di latte di pecora e di capra, mescolati insieme. È di colore giallastro con piccoli buchi irregolari, è salato al punto giusto, ha un forte aroma di formaggio e un sapore leggermente piccante.

Tulumotiri: è un formaggio tenero fatto con il latte di pecora – ma esiste anche nella variante con il latte di capra oppure con una miscela dei due. Si conserva in sacche di pecora o capra e assomiglia alla feta, ma non viene prodotto in grandi quantità. È un formaggio umido e molto bianco e dal sapore dolciastro.

Graviera: formaggio davvero particolare, duro nella struttura e delicato nel gusto. È di colore giallo chiaro e ha un gusto e un odore molto deciso. È servito con i pasti o grattugiato sopra la pasta.

Kefalotiri: è un formaggio davvero particolare che è molto duro e fatto con una combinazione di latte di capra e latte di pecora. Salato e corposo è ottimo per essere grattugiato sopra le pietanze, è molto tagliente nel gusto ed è usato anche per friggere.