Sei in: Home » Itinerari » Itinerari turistici » Itinerari alternativi
Itinerari

Itinerari alternativi

Itinerari alternativi

Il turismo riscopre nell’economia greca una notevole importanza. I continui investimenti che il governo destina a questo settore permettono di arricchire e allargare l’offerta turistica e di soddisfare al meglio le esigenze dei turisti stessi.
Negli ultimi anni la Grecia si è specializzata anche nel turismo termale, il turismo religioso, il turismo ecologico, l’agriturismo, ecc che puntano sempre sulle bellezze del paese, sfruttano le caratteristiche del territorio e la proverbiale cordialità della gente.

La Grecia è ricca di sorgenti termali e acqua dolce dalle rilevanti proprietà terapeutiche. Fin dall’antichità i greci erano a conoscenza di questi rimedi naturali per malanni e acciacchi e a ciascuna sorgente sono stati attribuiti, nel tempo, benefici specifici per diversi trattamenti e parti del corpo. L'uso del bagno caldo e la costruzione di appositi ambienti si diffusero in Grecia grazie al culto del dio Asclepio, patrono della medicina, che teorizzava il recupero della salute attraverso le acque, così come Ippocrate, il più famoso medico dell'antichità, intorno al 300 a.C. decantava le virtù delle acque minerali e delle sorgenti calde ed incoraggiava il ricorso alle terme.
La distribuzione geografica delle sorgenti non è casuale, perché legata ad eventi tettonici, come ad esempio per le sorgenti di Kaiafas, di Kyllini e di Langadà, o ad attività vulcaniche, come ad esempio nei casi di Methana, Milos, Lesvos, Samotracia, e Limnos.
I centri ternali in Grecia sono molto diffusi, tutti controllati dall’Ente Ellenico per il Turismo e sotto la responsabilità di enti locali che hanno l’obiettivo di fornire ai visitatori servizi moderni ad alto livello.

Le testimonianze della religione in Grecia sono davvero tante e fin dall’antichità erano sviluppate forme di turismo religioso. L’antica religione greca, infatti, favoriva l'abitudine di recarsi dove si riteneva che gli dei pronunciassero i loro oracoli (ad esempio a Deli): centinaia di devoti giungevano nei luoghi caratterizzati dalla presenza divina anche perché essa li investiva di un misterioso potere taumaturgico. Già dall’antichità venivano predisposte strutture ad hoc per accogliere i pellegrini e offrire loro riposo e un pasto caldo.

La tradizione del turismo religioso è quindi in Grecia molto antica e le tante chiese ortodosse, bizantine, post-bizantine con la pregiata iconografia, i mosaici, gli affreschi e le rare icone, le imponenti cattedrali, le cappelle di campagna a cui si aggiungono i tanti monasteri sparsi sul territorio greco testimoniano il culto religioso e i turisti oltre a visitare edifici di valore storico-artistico potranno anche partecipare alle cerimonie religiose che si tramandano nei secoli. Molto suggestive sono anche le feste religiose che rappresentano un momento molto sentito della società a cui i greci partecipano con entusiasmo. Oltre alla feste nazionali (San Basilio, Pasqua, Natale, L’annunciazione, etc), ogni città ha un Santo patrono, che viene festeggiato con la Processione dell’Icona, al suono di musica, dove tutti ballano e mangiano in un crescendo di allegria e suggestione.

Un’altra forma di turismo che sta diventando sempre più diffusa in Grecia è il turismo sportivo, sotto la spinta dell’organizzazione di competizioni e manifestazione di carattere mondiale e soprattutto dopo le Olimpiadi di Atene 2004 e quindi la nascita di grandi impianti sportivi. Accanto a questi moderni edifici, a stadi e centri di allenamento per un’ampia gamma di attività sportive, sono sorte numerose strutture ricettive che dispongono di appositi impianti per le attività sportive dei propri clienti (pallacanestro, pallavolo, tennis, golf, sport nautici ecc.). Non va dimenticato che in fondo la Grecia è al patria delle Olimpiadi e i greci amano lo sport per antonomasia!
Percorsi di trekking sulle montagne o lungo le coste frastagliate, lanciarsi con il deltaplano e sorvolare valli stupende, sciare sulle alte montagne spesso innevate e servirsi dei moderni impianti sciistici, fare canoe-kajiak, rafting, monoraft, hydrospeed sui fiumi che attraversano la Grecia e sui tortuosi torrenti di montagna, fare immersioni e godere dell’eccezionale qualità dei mari greci e dell’enorme ricchezza dei suoi fondali, vicino alle coste e soprattutto lungo le sue isole. Queste sono solo alcune delle attività più particolari che li sportivi possono praticare in Grecia!

Come nel resto dell’Europa, anche nella penisola ellenica va molto di moda la vacanza bucolica, in campagna. Pertanto sono nati numerosi agriturismi e antiche case rurali sono state riportate all’antico splendore. L’agriturismo permette di conoscere le zone amene della campagna greca, la cucina e le tradizioni dei contadini, i prodotti della terra, gli elementi della cultura e le caratteristiche genuine, nel rispetto dell’ambiente e lontani dal caso cittadino. Ovviamente intorno alle aziende agrituristiche ci sono centri di ristorazione e ricreazione, possibilità di fare escursioni e servizi di collegamento con i centri urbani più vicini.

Negli ultimi anni in Grecia è diventato molto sviluppato anche il turismo congressuale; esistono infatti alberghi e centri congressuali con una capacità complessiva di 12.000 persone e apposite strutture abbinate a siti archeologici, musei, aree commerciali e puramente turistiche.